Header

TaBir

Jungle Juice TapeTakeOver @TaBir

16/03/2018

Jungle Juice TapeTakeOver

Jungle Juice TapeTakeOver @TaBir
Riprendono gli appuntamenti in birroteca con i birrai e le loro birre.

Sabato 17 marzo in occasione della Settimana della Birra Artigianale avremo ospite Umberto JJ Calabria birraio del giovanissimo birrificio romano Jungle Juice.

La formula è sempre la stessa, 8 spine (le nostre) 8 birre (le loro) raccontate e spillate direttamente dal birraio.

Jungle Juice Brewing nasce nella primavera del 2014 come birrificio itinerante, senza un proprio impianto di produzione e molti ostacoli da affrontare nel cammino. In due anni circa di questa esperienza preziosa abbiamo prodotto birre sentendoci sempre a casa presso gli amici del Piccolo Birrificio Clandestino (LI), Birra Turan (VT), Birrificio La Fucina (IS), Eternalcity Brewing (RM), Hilltop Brewery (VT), trascorrendo con loro fantasmagoriche ed entusiasmanti avventure.

All’inizio del 2016 sopravviene il bisogno di affrontare una nuova sfida e di ritornare a casa, nella città di Roma, iniziando i lavori presso un ex pastificio nella zona di Via del Mandrione, con l’obiettivo di trasformarlo in un punto di riferimento della scena brassicola nazionale. In una rinnovata organizzazione aziendale il birrificio inizia la produzione nel dicembre del 2016, affiancando a ricette già collaudate nuove realizzazioni, coltivando mille idee in divenire nel fantastico processo di metterle in pratica.

TaBir
via Cavour, 35
Taranto

Marzo 16, 2018

Beer & Book > Tommy Dibari @TaBir

26/12/2017

Beer & Book > Tommy Dibari

Beer & Book > Tommy Dibari @TaBir

Ecco il secondo appuntamento della rassegna “Beer & Book” al TABIR – birroteca tarantina. Giovedì 28 dicembre sarà con noi Tommy Dibari con il quale parleremo del suo ultimo libro, “Me la sono andata a cercare” (Cairo Editore), la storia di un ragazzo pugliese che è riuscito a realizzare il sogno di una vita. Dialogherà con lui il giornalista Vincenzo Parabita.
Dopo il grande successo del primo incontro, sarà l’occasione per rivederci davanti a una buona birra artigianale nell’accogliente locale nel centro di Taranto.
L’ingresso è libero. Per info: 335.7547169 – 380.4385348

IL LIBRO
Quando Tommy trova il coraggio di dire a suo padre che vorrebbe diventare scrittore e chissà, magari, insegnare ad altri l’amore per la scrittura, si sente rispondere un laconico: «Ti passerà!». Manco fosse una malattia esantematica. Inizia da qui, in una Barletta bellissima e pettegola, il lungo cammino di un ragazzo verso la realizzazione del sogno di una vita. Sì, perché a Tommy, nel frattempo diventato uomo, la malattia non passa, anzi si aggrava, e lo spinge a inondare di richieste le scuole della sua regione. Finché un giorno, finalmente, il suo telefono squilla e lui si ritrova davanti a una classe di adolescenti, la prima di tante. Sa come provocarli, i ragazzi, come spiazzarli costringendoli ad aprirsi, abituati come sono a una scuola sempre più simile a un ospedale che respinge i malati e cura i sani. La scrittura creativa gli apre anche la porta verso mondi abitati da un’umanità fragile: il carcere, un centro di salute mentale, un ricovero per anziani, dove Tommy frequenta la sua personale scuola di vita. Incontra Pino, detto Pinuccia, che coltiva aspirazioni da vamp imprigionato in un corpo maschile, Peppe il bambino che vuole essere uno squalo, Gino che parla della morte in cambio di una caramella al limone e poi Michele, Pierluigi, Domenico, Carmine e Matteo che combattono i loro demoni con un rap: volti che non dimenticherà più, voci che lo accompagneranno per sempre.

L’AUTORE
Tommy Dibari è scrittore, autore televisivo, pubblicitario e docente di scrittura creativa presso il Centro Internazionale Alti Studi Universitari. È stato tra gli autori di programmi televisivi come Striscia la Notizia, Artù, Paperissima e Paperissima Sprint. Ha scritto per il teatro e il cinema ed è anche paroliere musicale. Insieme con Fabio Di Credico ha pubblicato “La Cambusa. Storia d’amore e di altre malattie” (Rizzoli, 2007) e “Non ho tempo da perdere” (Cairo, 2011). Nel 2015, sempre per Cairo, ha pubblicato “Sarò vostra figlia se non mi fate mangiare le zucchine”.

TaBir
via Cavour, 35
Taranto

Dicembre 26, 2017 0

Beer & Book - Alessandro Faino @Tabir

26/10/2017

Beer & Book – Alessandro Faino

Beer & Book - Alessandro Faino @Tabir
In attesa dei prossimi appuntamenti di Aperitivo d’Autore, siamo contenti di avviare una nuova collaborazione con il Tabir. Nell’ospitale birreria nel centro di Taranto, davanti a una buona birra artigianale e immersi in un’atmosfera raccolta e distensiva, nei mesi a venire incontreremo dei validi scrittori pugliesi con i quali parleremo dei loro libri.
Il primo appuntamento con la rassegna “Beer & Book” è fissato per giovedì 2 novembre, alle 19. Ospite Alessandro Faino che presenterà il suo ultimo romanzo, “Il giardino degli amori perduti” (Il Rio Edizioni), una storia di passione all’ombra dell’acciaieria più grande d’Europa. Converserà con l’autore il giornalista Vincenzo Parabita.
L’ingresso è libero. Chi volesse prenotare un tavolo può telefonare al 335.7547169.

IL LIBRO
“Il giardino degli amori perduti” è una cartolina di Taranto, la città dei due mari come si mostrava fino al 1960, quando iniziò a prendere vita il IV Siderurgico Italiano. È pure il piccolo podere di Cataldo Stefani, sopravissuto agli espropri dell’Italsider e in cui il maestro di scuola ed ex operaio dei cantieri navali svela al figlio Petro l’incanto del mondo e l’afflizione dei sogni contrastati.
Gli amori perduti sono fantasmi di destini incrociati: quelli di Cataldo, Petro e di una famiglia che attraversa cent’anni di storia, quelli dei loro amori tormentati e, sullo sfondo delle loro vicende, i destini di molti che abitano quella terra. Il giardino degli amori perduti è un romanzo sull’amore che pervade le nostre esistenze fragili e su una generazione cresciuta con l’Ilva e che non ha mai smesso di vacheggiare un sogno di bellezza e cultura.

L’AUTORE
Alessandro Faino è originario di Giffoni Valle Piana, la città salernitana del Giffoni Film Festival. Vive in Puglia, a Massafra. Medico igienista del Dipartimento ASL Taranto, tre figli, una passione per la corsa, è docente di Igiene presso la sede tarantina della Università LUMSA di Roma. Ha pubblicato “L’imperfetto amore” (Manni), “Il compito di Clara” (Leone, vincitore Targa Speciale del premio letterario Il Molinello) e “Il mistero della Sacra Spina” (Lupo).

TaBir
via Cavour, 35
Taranto

Ottobre 26, 2017 0

Oswaldovi Live @Tabir

10/10/2017

Oswaldovi Live

Oswaldovi Live @Tabir

Oswaldovi sono un duo cecoitaliano composto da Andrea Rottin e Kateřina Malá; due voci, chitarra elettrica, batteria minimale, linee di basso suonate alla tastiera. La loro musica è un rock psichedelico influenzato dal blues nordamericano anni Trenta e da quello tuareg, dal folklore sudeuropeo e dalle colonne sonore spaghetti western. Il tutto è caratterizzato da una ricerca di equilibrio tra la sperimentazione vocale ed un approccio vicino a forme tradizionali di canto corale.

Il 3 ottobre uscirà il nuovo disco degli Oswaldovi intitolato Songs About Persecution. Il disco è ispirato a vicende di persone che hanno vissuto e migrato nei territori dell’Europa meridionale e nell’ex Austria-Ungheria dagli inizi del Novecento ad oggi, per motivi personali, perché perseguitate o per sfuggire a giochi di potere che minacciavano la loro esistenza.

TaBir
via Cavour, 35
Taranto

Ottobre 10, 2017 0

Stefano Palmieri live @TaBir

30/06/2017

Stefano Palmieri live @TaBir

Stefano Palmieri live @TaBirVenerdì 30 giugno da TABIR – birroteca tarantina c’è un altro appuntamento con la musica live inedita.

Per prenotare un tavolo, contattaci al 3357547169. Ingresso gratuito, nessun costo di coperto.

Ospite di questa settimana Stefano Palmieri.̀̀ cantautore e musicista tarantino. Dopo gli studi al Saint Louis College of Music chitarra Rock/Blues e, forte dell’esperienza come cantautore ad Officina Pasolini, debutta con il suo primo EP edito nel 2016 intitolato #CantautoredaSpiaggia. Presenta il suo lavoro in un tour piuttosto insolito: munito di chitarra, amplificatore a batterie ed un ombrellone a led, si aggira per alcune delle più belle spiagge d’Italia, promuovendo direttamente ai bagnanti le sue canzoni.

Il suo EP è stato selezionato da 1mnext Primo maggio di Roma con oltre 2200 voti, Premio Bertoli, Folkstudio, Premio Incanto e Premio De Andrè. Stefano è stato nominato tra i 3 più illustri tarantini fuorisede nel corso del Premio Corriere di Taranto dell’omonimo giornale.

Si è esibito in apertura dell’Indiegeno Festival, ha aperto il secret concert di Tommaso Paradiso (Thegiornalisti) a Taranto, una data di Bianco al Marla di Perugia, i concerti di Nicolò Carnesi e de La Municipàl a Roma. Stefano è stato autorizzato dagli eredi di Fabrizio De Andrè e da Mauro Pagani al riadattamento del brano in dialetto genovese Creuza de Ma, rielaborato in tarantino e che farà parte del suo prossimo disco.

✔YOUTUBE: https://goo.gl/7FQqxq
✔SOUNDLCOUD: https://soundcloud.com/stefano-palmieri-music
✔FACEBOOK: https://www.facebook.com/stefanopalmierimusic
✔INSTAGRAM: http://instagram.com/stefanopalmierimusic

Solisti e formazioni ridotte, che abbiano all’attivo un repertorio di inediti, possono contattare direttamente Giuseppe Internò per inviare le proprie candidature.

TaBir
via Cavour, 35
Taranto

Giugno 30, 2017 0

Pg Petricca blues live @TABIR - Taranto

11/06/2017

Pg Petricca blues live @TABIR – Taranto

Pg Petricca blues live @TABIR - TarantoMercoledì 14 giugno al TABIR – birroteca tarantina c’è un altro appuntamento con la musica live inedita.

Per prenotare un tavolo, contattaci al 3357547169. Ingresso gratuito, nessun costo di coperto.

Ospite di questa settimana il one bluesman band Pg Petricca. Uno dei più autentici bluesman nostrani, propone un delta-blues radicato alle origini del genere creando un’atmosfera calda e coinvolgente.

Pierluigi “PG” Petricca, classe 1968 inizia la sua carriera nella Papa Leg Blues Band, con cui si fa conoscere nel centro Italia. Acquisisce un modo proprio e unico di rendere le sue emozioni attraverso le sei corde della chitarra resofonica. Grazie allo studio intenso dei maestri del blues del delta, il bottleneck per lui diviene il modo principale di esprimersi.

L’incontro con Marco Tinari, porta nel 2005 alla nascita dei Papa Leg Acoustic Duo. Insieme propongono il classico sound delta blues cercando di esprimere un proprio stile nel rispetto della tradizione dei maestri del blues e seguendo anche le sonorità e gli esponenti più attuali dello stesso genere musicale. Dal 2007 al 2010 si esibiscono in alcuni tra i più famosi festival blues italiani (Trasimeno Blues, Rootsway Blues festival, Ameno Blues, Liri Blues ecc.), intraprendono diversi tour europei (Polonia, Finlandia, Belgio, Repubblica Ceca, Svizzera, Olanda, ecc.) e approdano anche negli U.S.A. (Tennessee, Mississippi). Collaborano con molti artisti americani come Jimbo Mathus, Olga Munding, Rich Del Grosso, Bill Abel, Jon Short, Elam McNight. Registrano due cd: Railroad Blues nel 2007 e Back to Mississippi nel 2009. Una loro canzone, Sugar Cane, viene inclusa nella compilation americana All aboard the blues (Errorcraft records).

Dal 2011 PG inizia la sua carriera solista, suonando come musicista di strada in giro per l’Europa ed esibendosi in tantissimi blues club. Avvia collaborazioni con diversi artisti (Johanna Pilarska, Jacqueline Telford, Beppe “Harmonica Slim” Semeraro, Max Prandi ed altri). Registra due album come ospite con la cantante Paola Ronci (Full of you e Comes Love) ed uno con The Jonas Blues Band (Back to the life).

Nel 2014 pubblica il suo primo album da solista intitolato At Home che contiene 10 brani di cui 9 originali. Questo lavoro è il riassunto del percorso artistico di PG attraverso il blues. Il 2016 è l’anno di uscita del suo secondo lavoro intitolato Tales and Other Stories composto da 10 brani inediti. Le sue esibizioni live dello one bluesman band gravitano attorno a voce, chitarra Dobro, FootStomp e Hi Hat creando un’atmosfera calda e coinvolgente. È attualmente a lavoro al suo terzo disco.

Solisti e formazioni ridotte, che abbiano all’attivo un repertorio di inediti, possono contattare direttamente Giuseppe Internò per inviare le proprie candidature.

Giugno 11, 2017 0

Telepathic Dreambox live @TaBir - Taranto

23/05/2017

Telepathic Dreambox live @TaBir – Taranto

Telepathic Dreambox live @TaBir - TarantoMercoledì 24 maggio da TABIR – birroteca tarantina c’è un altro appuntamento con la musica live inedita.

Per prenotare un tavolo, contattaci al 3357547169. Il live inizierà alle ore 22 circa. Ingresso gratuito, nessun costo di coperto.

Ospiti di questa settimana i Telepathic Dreambox, rock band psichedelica, nata a Taranto nel 2014. ll progetto è composto da musicisti provenienti da altre realtà avviate quali Thee Elephant, Leitmotiv, C.F.F, Shoes, Sovran, Malanga & Babyblue

I Telepathic Dreambox creano un’alchimia tra sound oscuro e piena tradizione Rock & Roll. Ritmi ossessivi e ipnotici, chitarre riverberate e delay infiniti. La visione “acid” del suono è un viaggio tra la California lisergica, il Texas oscuro e la Londra acida.

L’album intitolato con l’omonimo della band è stato realizzato nell’estate del 2015 ne “La Cripta” (antica cantina di un edificio rurale dei primi del ‘900, rivestita totalmente in pietra). Condividono il palco con i Tre allegri ragazzi morti, Motta, Moustache Prawn, Go!zilla, New Candys, 23AndBeyondTheInfinite, La Municipal, Folkabbestia.

Solisti e formazioni ridotte, che abbiano all’attivo un repertorio di inediti, possono contattare direttamente Giuseppe Internò per inviare le proprie candidature.

TaBir
via Camillo Benso Conte di Cavour, 35
Taranto

Maggio 23, 2017

Elisa Erin Bonomo alt rock live @TABIR

30/04/2017

Elisa Erin Bonomo alt rock live

Elisa Erin Bonomo alt rock live @TABIRMercoledì 17 maggio da TABIR – birroteca tarantina c’è un altro appuntamento con la musica live inedita.

Per prenotare un tavolo, contattaci al 3357547169. Il live inizierà alle ore 22 circa. Ingresso gratuito, nessun costo di coperto.

Ospiti di questa settimana Elisa Erin Bonomo, cantautrice e chitarrista veneziana, comincia a comporre dai 12 anni prevalentemente in lingua inglese per poi passare anche all’italiano verso i 20. Il suo primo EP, autoprodotto e in lingua inglese, si chiama “Once in a blue moon” (2007).

Negli anni successivi si trasferisce a Padova, collaborando come speaker e autrice per una web-radio universitaria, RadioBue, scrivendo uno spettacolo teatrale assieme all’attrice Grazia Raimondo, “BlackOut!”, incentrato sul tema del precariato e dell’immigrazione, e pubblicando un demo autoprodotto con lo stesso nome, “BlackOut!” (2009).

Chitarra elettrica, looper, harmonizer, tastiera e voce, si esibisce a Suoni di Marca 2016 aprendo il palco a Daniele Silvestri e successivamente viene inserita nella compilation delle Indiemood Sessions in esclusiva su Rockol con i Mellow Mood, Alessandro Grazian, IACAMPO, C+C=Maxigross.

Solisti e formazioni ridotte, che abbiano all’attivo un repertorio di inediti, possono contattare direttamente Giuseppe Internò per inviare le proprie candidature.

TaBir
via Cavour, 35
Taranto

Aprile 30, 2017

Birrificio Rurale TapeTakeOver @Tabir-birroteca

23/04/2017

Birrificio Rurale TapeTakeOver @Tabir-birroteca

Continuano gli incontri in birroteca.
Questa volta Lorenzo Guarino ci presenta il suo Birrificio Rurale.
La formula é sempre la stessa, 8 spine 8 birre del birrificio rurale
Questa la lista delle birre presenti:

405040 pils
OASI con miele di castagno
SAISON QUATRE saison
SETA blanche
BLACK OUT stout
RESET amber ale
3°MIGLIO apa
SCARLIGA double ipa

Tabir birroteca
via Cavour, 35
Taranto

Aprile 23, 2017

DICE & BEER - il gioco d'autore in birreria @Tabir

07/04/2017

DICE & BEER – il gioco d’autore in birreria @Tabir

DICE & BEER - il gioco d'autore in birreria @TabirEccoci, ci siamo.
Dopo 3 mesi possiamo tranquillamente affermare che l’esperimento è riuscito e che l’obiettivo per il momento è stato raggiunto 🙂 .

Siamo stati insieme, ci siamo conosciuti, e abbiamo mosso i primi passi in un mondo inesplorato (almeno a queste latitudini) del gioco non tecnologico e d’autore. Lo abbiamo fatto grazie alla guida esperta e paziente dell’amico Roberto di Area Games Next.
Ci siamo ritrovati a competere l’uno contro l’altro ma anche a fare gioco di squadra per raggiungere ambiziosi traguardi. E’ stato un modo diverso di fare cultura e le vostre risate, la vostra voglia ad ogni appuntamento di scoprire un numero sempre crescente di giochi e la quantità di boccali di birra tracannati ci permette oggi di essere soddisfatti e di pensare, perchè no, ad un ulteriore sviluppo di questa bellissima esperienza.

Ora però la voglia è solo quella di concludere in bellezza. Un’avventura così non può che chiudersi in compagnia di tutti voi ed ancora una volta nella “casa” che da gennaio ci ha ospitato.
L’appuntamento finale quindi è fissato per DOMENICA 9 APRILE al TABIR – birroteca tarantina di Marzio.

Ormai lo sapete, si parte come sempre alle 19:30.

Vi aspettiamo tutti per chiudere in bellezza e anche stavolta all’ “urmo” non si rimane! 😀

Tabir
via Cavour, 35
Taranto

Aprile 07, 2017

Loading