Header

Rocco Nigro

ETHNO MANIA - Rachele Andrioli & Rocco Nigro @Cibo per la mente

21/06/2017

ETHNO MANIA – Rachele Andrioli & Rocco Nigro @Cibo per la mente

ETHNO MANIA - Rachele Andrioli & Rocco Nigro @Cibo per la mente
Cibo per la Mente presenta
ETHNO MANIA – IL SALENTO INCONTRA TARANTO
Suoni dal Mediterraneo
#passailponte
direzione artistica a cura di Antoni Oliveti

*venerdì 23 giugno ore 22.00
RACHELE ANDRIOLI (voce / tamburello)
ROCCO NIGRO (fisarmonica)

*venerdì 30 giugno ore 22.00
ENZA PAGLIARA (voce / tamburello)
DARIO MUCI (voce / chitarra)

*giovedì 13 luglio ore 22.00
GIANCARLO PAGLIALUNGA (voce / tamburello)
MASSIMILIANO DE MARCO ( chitarra )

*mercoledì 26 luglio
MARIA MAZZOTTA (voce)
REDI HASA (violoncello)
************************************************************************
per info e prenotazioni
099/4007520
INGRESSO GRATUITO
LA NOSTRA CUCINA è APERTA ANCHE DURANTE I CONCERTI
***********************************************************************
RACHELE ANDRIOLI E ROCCO NIGRO

Il duo traccia un percorso ben preciso, una successione di arie popolari, di omaggi a voci femminili e di brani inediti. Si sale, un salto dopo l’altro, dalla musica tradizionale del Sud Italia alla canzone popolare Italiana (Matteo Salvatore, Rosa Balistreri, Gabriella Ferri, Domenico Modugno..) e del mondo (Edith Piaf, Amalia Rodriguez, Chavela Vargas…).

Due giovani autori e interpreti che lavorano a una proposta con tratti innovativi, tra un ben radicato tratto salentino e una dimensione decisamente nuova, tra “world music” e nuove “sensibilità musicali” contemporanee.
“Malìe” e “Maldimè” sono le due pubblicazioni discografiche prodotte dal duo. Hanno ottenuto un notevole successo di pubblico e critica, anche in ambito internazionale, prodotti entrambi dall’etichetta salentina Dodicilune.

BIO

Rachele Andrioli
Voce dal timbro profondo e inconfondibile, figura giovanile di intensa presenza scenica, si misura col canto spaziando in un vasto “Canzoniere”, dal tradizionale al cantautorato, dalla musica delle radici salentine a quelle del mondo, dalla musica francese al jazz.
Agli esordi ha collaborato per anni con il noto gruppo “Officina Zoè, uno tra i primi e più radicali nella riproposta della tradizione musicale salentina, partecipando con loro ai più importanti festival nazionali ed internazionali.
Il suo viaggio musicale continua oggi, con diversi gruppi musicali, in Europa, in India, in Libano…
Incide diversi dischi come ospite nel panorama salentino. Intanto studia “Canto Jazz” al Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, mentre collabora con diversi progetti musicali tra cui, più recentemente, “Madeleine” con Luigi Botrugno e Fulvio Palese, “Tu conosci il sud” con Donatello Pisanello, “Giro di Banda” e “Tarantavirus” di Cesare Dell’Anna. Altri progetti musicali recenti da lei ispirati, “Amor de mis Amores”, “Terra can un senti”, “Yiddis tango”…

Rocco Nigro
Fisarmonicista e compositore che partendo dalla tradizione del sud Italia ha esplorato i territori musicali del tango, della musica balcanica, klezmer e sefardita, arrivando, nella sua costante ricerca, fino alla musica contemporanea.
E’ impegnato in attività didattiche in istituti privati nelle provincie di Lecce, Brindisi e Taranto.
Ha composto varie musiche per film e cortometraggi, vanta una cinquantina di partecipazioni discografiche e numerose esibizioni in festival internazionali.
Tra le collaborazioni si contano quelle con Vinicio Capossela, Cirque du soleil, Orchestra ICO Lecce, Nigunim I tal yà e Teatro naturale di Renato Grilli, Opa cupa, Giro di Banda e Tarantavirus di Cesare Dell’Anna, Antonio Castrignanò, Redi Hasa, Valerio Daniele, Maria Mazzotta, Dario Muci, Giancarlo Paglialunga, i fratelli Rocco e Gianni De Santis, Nabil Salameh (Radiodervish), Enza Pagliara, Anna Cinzia Villani…
Attualmente disegna e realizza produzioni musicali con Rachele Andrioli (“Malìe” e “Maldimè” presso l’etichetta Dodiciune), Francesco Massaro (“Agàpi”, della nuova indipendente DeSuonatori) e il suo primo libro+disco “Guerra, Fichi e balli” presso l’editore Kurumuny, un’opera dedicata a suo nonno Rocco, tra commossa memoria storica e nostalgica ricerca musicale.

Cibo per la mente – Caffè Letterario
via Duomo, 237/239
città vecchia – Taranto

Giugno 21, 2017 0

Loading