Header

Coma Berenices

Coma βerenices live @Hauskonzerte

21/10/2017

Coma βerenices live

Coma βerenices live @HauskonzerteComa Berenices è una piccola costellazione visibile nelle notti primaverili o estive quando il cielo non è inquinato. Secondo un’antica leggenda greca, si trova lassù da quando la regina Berenice fece voto solennedi consacrare ad Afrodite la sua bellissima chioma come pegno d’amore. Provenienti da esperienze musicali diverse, le giovanissime Antonella Bianco (Antonio Firmani & th 4th Rows, Mathì) e Daniela Capalbo (Ben Slavin) e influenzate da ascolti trasversali che spaziano dai Karate ai
Tampe Impala, dai Sophia ai Hiatus Kayote, decidono di intraprendere un pezzo di strada insieme all’inizio
del 2015, mischiando le sonorità acustiche di una Maton con lo shoegaze di una Telecaster e affidando il passo a melodie intime ed ipnotiche, accelerazioni e dilatazioni che – come fossero onde (“Waves” è il titolo di un loro brano) – accompagnano e caratterizzano la loro musica. Dopo un anno ricco di live in giro tra
Campania e Lazio, in formazione duo e in trio con Fabio Caliento alla batteria, in cui sono anche support band di Paolo Benvegnù, Comaneci, Platonick Dive, Dardust e Grimoon, a novembre 2015 iniziano le registrazioni per il loro primo lavoro discografico che uscirà ad aprile 2016. “Delight” è il titolo dell’EP contenente cinque tracce, idealmente tra loro legate da un filo rosso: il piacere profondo che non nasce dalla perfezione, ma al contrario da un fascino distratto, quel garbo selvaggio che ammaliava il poeta
Robert Herrick. Esattamente come nella vita – in cui troppa precisione è destinata a fallire – “Delight” mette in musica la meraviglia e l’incertezza che essa ci riserva e, attraverso una dichiarazione d’amore all’autenticità, prova a prendere un’assenza di armonia per trasformarla in bellezza.
Da Giugno 2016 in tour con Andrea DeFazio alla batteria.

Delight in Disorder
di Robert Herrick
A sweet disorder in the dress
Kindles in clothes a wantonness;
A lawn about the shoulders thrown
Into a fine distraction;
An erring lace, which here and there
Enthrals the crimson stomacher;
A cuff neglectful, and thereby
Ribands to flow confusedly;
A winning wave, deserving note,
In the tempestuous petticoat;
A careless shoe-string, in whose tie
I see a wild civility:
Do more bewitch me, than when art
Is too precise in every part.

HausKonzerte
corso Umberto I
Taranto

Ottobre 21, 2017 0

Loading